Dieta chetogenica: mal di testa ed emicrania

La dieta chetogenica rappresenta un regime alimentare particolare il cui obiettivo finale è quello di porre rimedio alle problematiche quali mal di testa continuativi ed emicrania.

Quando nasce la dieta chetogenica

Questo regime alimentare nasce attorno alla seconda decade del XX secolo: inizialmente tale soluzione è stata studiata per i bambini che soffrivano di epilessia, problematica che non veniva curata nemmeno mediante la somministrazione dei diversi farmaci.
Grazie alla dieta chetogenica, specialmente quella povera di grassi, i bambini che soffrivano di tale disturbo iniziavano a dimostrare dei miglioramenti abbastanza netti, permettendo quindi una riduzione anche delle diverse crisi che sempre più spesso tendevano a palesarsi.

Con il passare degli anni questo genere di regime alimentare è stato utilizzato anche per curare le persone che soffrono di problematiche quali mal di testa frequenti ed emicrania.

Come funziona questo regime alimentare

La dieta chetogenica funziona in modo molto semplice: i carboidrati vengono rimossi completamente dalla dieta, mentre viene incrementato il livello di grassi sani che vengono assunti quotidianamente.
Questo regime alimenta comporta una mutazione del metabolismo, che deve ricercare una nuova fonte energetica: gli zuccheri e i carboidrati, che rappresentano la fonte energetica primaria del corpo umano, sono rimpiazzati dai grassi.
I grassi vengono trasformati in corpi chetonici, che vengono sfruttati in particolar modo dal cervello.
Nella dieta con bassi livelli di grassi, invece, i suddetti corpi vengono prodotti dagli strati di grasso della pelle.
Questo comporta, di conseguenza, una sostanziale riduzione del peso: il corpo simula una sorta di digiuno ma, al contempo, consente la rimozione della quantità di grasso presente nel corpo, facendo in modo che il risultato sia una riduzione del peso costante e facilmente tangibile.

Perché la dieta chetogenica è adatta per chi soffre di emicrania

Questo regime alimentare è ideale per chi soffre di emicrania in quanto il cervello di queste persone, generalmente, è colpito da svariate infiammazioni che comportano appunto il mal di testa.
Allo stesso tempo è importante sottolineare anche come questo regime alimentare consenta anche di ottenere un ulteriore risultato positivo, ovvero avere una quantità di energia superiore nel cervello.

Chi soffre di mal di testa, infatti, ha bisogno di una quantità di energia superiore rispetto a chi non ha riscontrato questo disturbo ma, allo stesso tempo, lo sforzo prodotto dal corpo per la trasformazione delle sostanze nutrizionali in energia comporta un incremento del dolore al cervello.
Con la dieta chetogenica questo non accade visto che la procedura di mutazione delle sostanze nutrizionali avviene in tempistiche immediate e senza grossi sforzi.

Inoltre occorre anche sottolineare come il cambiamento permette anche di evitare che l’infiammazione possa espandersi o peggiorare: i corpi chetonici, infatti, hanno il pregio di ridurre l’infiammazione, facendo in modo che il mal di testa possa essere curato con estrema praticità, garantendo un ottimo risultato finale, ovvero quella costante sensazione di benessere.

Quali sono i benefici di questo regime alimentare

Per quanto concerne i benefici, questi sono sostanzialmente due, ovvero la riduzione della frequenza dei mal di testa, che vengono costantemente combattuti grazie ai corpi chetonici, nonché una riduzione abbastanza rapida del peso corporeo, specialmente se si decide di seguire il regime alimentare povero di grassi.
Inoltre è anche possibile notare una migliore condizione fisica generale, dato che il proprio corpo riesce a sviluppare una durata superiore, quindi garantisce l’opportunità di star meglio con il proprio fisico e affrontare, nel migliore dei modi, le diverse mansioni che richiedono un dispendio di energia.

Esistono difetti in questo regime alimentare

Per quanto riguarda i difetti occorre sottolineare come seguire questa dieta tenda a essere leggermente complicato, dato che basta anche un solo errore per vanificare i risultati ottenuti.
Il corpo, qualora si introducesse un alimento ricco di carboidrati, torna a sfruttare quella risorsa per ottenere l’energia necessaria per affrontare tutte le diverse mansioni.
Occorre quindi sottolineare come, seppur i benefici siano molteplici, questo regime alimentare tende a essere leggermente complicato da seguire e necessiti della massima attenzione se si vogliono ottenere gli svariati benefici che spera di conseguire, ovvero combattere i continui mal di testa e ridurre costantemente il proprio peso corporeo.