Corpi chetonici: Cosa sono e come funzionano

Che cosa sono i corpi chetonici?

I chetoni o corpi chetonici sono un prodotto benefico del metabolismo dei grassi nel corpo. Quando l’assunzione di carboidrati è limitata, i livelli di zucchero e di insulina nel sangue si riducono. Quando i livelli di insulina diminuiscono e l’energia è necessaria, gli acidi grassi fluiscono dalle cellule adipose al flusso sanguigno e vengono assorbiti da varie cellule e metabolizzati in un processo chiamato beta-ossidazione.

Il risultato finale della beta-ossidazione è una molecola chiamata acetil-coA e quando più acidi grassi vengono rilasciati e metabolizzati, i livelli di acetil-coA nelle cellule aumentano. Ciò provoca una sorta di “circuito di retroazione” metabolico che siinnesca le cellule epatiche per deviare l’eccesso di acetil-Coa nella chetogenesi o nella formazione di corpi chetonici.

Una volta attivato tale processo, il fegato scarica i corpi chetonici nel flusso sanguigno da cui vengono assorbiti dalle fibre muscolari scheletriche e del cuore. Inoltre, il cervello inizia a usare i chetoni come combustibile alternativo quando i livelli ematici sono abbastanza alti da attraversare la barriera emato-encefalica.Esistono tre principali tipi di corpi chetonici presenti nel flusso sanguigno umano quando il processo metabolico della chetosi è dominante:

L’acetoacetato (AcAc) viene creato per primo

Il β-idrossibutirrato (BHB) viene creato dall’acetoacetato

L’acetone è un prodotto secondario del acetoacetato creato
spontaneamente

In periodi di digiuno, o con un basso apporto di carboidrati con bassi livelli di insulina, i corpi chetonici forniscono fino al 50% del fabbisogno energetico per la maggior parte dei tessuti corporei e fino al 70% dell’energia richiesta dal cervello.

Il glucosio è la principale fonte di carburante per i neuroni quando la dieta è ricca di carboidrati. Ma quando i carboidrati sono limitati , la chetogenesi diventa il processo di combustibile primario per la maggior parte delle cellule.

I corpi chetonici ed il digiuno

Durante il digiuno o un basso apporto di carboidrati, i livelli di corpi chetonici nel flusso sanguigno possono salire a livelli compresi tra 0,5 mM e 5 mM, a seconda della quantità di proteine ​​e carboidrati consumati. Questo stato si chiama chetosi nutrizionale.

La chetosi nutrizionale NON è chetoacidosi

Contrariamente a quanto si possa pensare, la chetosi nutrizionale è uno stato molto diverso dalla chetoacidosi.

La chetoacidosi è una condizione pericolosa associata a una mancanza di insulina nel corpo. I diabetici che non iniettano o producono abbastanza insulina possono sperimentare la chetoacidosi se si verifica un aumento degli zuccheri nel sangue superiore a 200 mg / dL e l’insulina è insufficiente. In questi casi, può verificarsi chetoacidosi diabetica . Questa NON è la chetosi nutrizionale.

La chetoacidosi è uno stato chetotico sfrenatamente fuori controllo in cui i livelli ematici dei corpi chetonici possono superare i 10-25 mM. Questo tipo di disordine metabolico si verifica perché non c’è insulina sufficiente e questo provoca un flusso di acidi grassi che fuoriesce dalle cellule adipose, che vengono poi convertiti in corpi chetonici nel fegato e scaricati nel flusso sanguigno . Questi livelli molto più alti di corpi chetonici fanno sì che il pH del sangue diventi troppo acido e causi problemi di salute associati alla chetoacidosi.

Misurazione dei corpi chetonici

Dopo alcune settimane di adattamento a una dieta chetogenica, i livelli di chetoni nel sangue della maggior parte delle persone superano il livello di 1 mM. Man mano che i livelli dei corpi chetonici aumentano, il cervello inizia a usarne più della metà come carburante.

Inoltre, tutti i tipi di muscoli nel corpo sono in grado di impiegare i corpi chetonici come fonte di energia. Ma dopo alcune settimane di adattamento cheto, i muscoli iniziano a convertire l’acetoacetato in β-idrossibutirrato (BhoB) e riportarlo in circolazione. Sebbene BoHB sia la molecola più stabile, quando viene assorbita dai tessuti muscolari, deve essere riconvertita in acetoacetato in modo che le cellule possano metabolizzarlo. La conversione tra BHoB e Acetoacetato va avanti e indietro a seconda di come viene impiegato nel metabolismo. Il terzo tipo di chetone, l’acetone è molto volatile e rilasciato nel respiro e nelle urine. Tuttavia ha anche alcuni effetti sulla segnalazione cerebrale e previene l’ipereccitabilità dei neuroni, il che potrebbe spiegare perché essere la chetosi può essere sfruttata per calmare condizioni neurologiche come l’epilessia.

Col passare del tempo con una dieta chetogenica, il corpo diventa più efficiente nell’uso dei chetoni come fonte di energia. I reni si adattano e migliorano la capacità di riassorbire grandi quantità di acetoacetato e il cervello e i muscoli diventano più efficienti nell’uso del BoHB circolante. Questo è importante da considerare perché le strisce reattive per la misurazione dei chetoni nelle urine acquistate in farmacia misurano solo i chetoni dell’acetoacetato.

Quindi più a lungo si mangia a basso contenuto di carboidrati, meno corpi chetonici MISURABILI compariranno nelle urine perché i reni migliorano nell’assorbirli. In altre parole, sembrerà che la chetosi stia rallentando. Tuttavia, a questo punto, il cervello e i muscoli bruceranno facilmente i chetoni per ottenere energia, e finché si rimane sotto i livelli di sensibilità ai carboidrati, si brucia il grasso immagazzinato come principale fonte di energia.