Dieta chetogenica con proteine in polvere

La dieta chetogenica è molto potente e permette al corpo di dimagrire velocemente grazie all’assunzione di minime quantità di carboidrati a fronte di alte quantità di grassi. Grazie a questo regime alimentare il corpo attiverà un processo chiamato chetosi, utilizzando questo grasso per sviluppare l’energia di cui ha bisogno per funzionare, di conseguenza si perderanno i chili di troppo. La chetosi consiste nella produzione di corpi chetonici, che non sono altro che residui metabolici della produzione energetica, facilmente smaltibili con le urine. La presenza di questi elementi esercita effetti utili nel processo di dimagrimento. Ci sono diversi tipi di dieta chetogenica, alcune anche utilizzate in ambito clinico, ma comunque tutte sono accomunate da quantità molto basse di carboidrati, calorie e talvolta proteine. Queste ultime invece sono essenziali per l’organismo, ecco perché vengono assunte tramite integratori alimentari in polvere.

Integrare le proteine nella dieta chetogenica

Come in qualsiasi dieta è importante integrare l’alimentazione con attività fisica e con integratori alimentari, grazie ai quali il corpo assume dei nutrienti specifici. Probabilmente l’integratore più raccomandato per questo tipo di dieta è quello in polvere che contiene le proteine; la dieta chetogenica infatti limita le fonti da cui assumere calorie e quindi integrando le proteine ci si assicura di non eccedere con i carbiodrati per compensare la mancanza. Le proteine sono fondamentali perché l’organismo funzioni bene, il corretto apporto proteico è fondamentale soprattutto durante le diete perché preserva la massa magra aumentando il metabolismo, di conseguenza di avrà una perdita di peso ma i muscoli rimarranno forti. Il mercato degli integratori di proteine in polvere è sempre più ampio perché vengono lanciati sempre nuovi prodotti per soddisfare le esigenze di tutti.

Questi prodotti possono contenere nutrienti diversi:

  • proteine del siero di latte concentrate;
  • proteine del siero di latte idrolizzate, che favoriscono la digestione;
    proteine della soia, del riso, del pisello, della canapa, del grano, ideali per i vegani;
  • proteine dlel’uovo, favoriscono la digestione;
  • integratori con proteine del manzo.

Vantaggi delle proteine

L’aggiunta di proteine in polvere alla dieta chetogenica è una mossa vincente perché andremo a compensare la mancanza data dal particolare regime alimentare. I nutrizionisti utilizzano molto questi integratori nelle diete chetogeniche prescritte ai pazienti, molto apprezzate anche dagli sportivi perché come abbiamo evidenziato non viene intaccata la massa muscolare, anzi viene fortificata. Gli studi dimostrano che le diete ad alto contenuto proteico aumentano il metabolismo di circa 100 calorie al giorno rispetto a quelle che contengono poche proteine.

L’uso degli integratori di proteine è indicato in ambito dimagrante per alcune caratteristiche:

  • costituiscono una valida alternativa al pasto tradizionale;
  • contribuiscono al raggiungimento della quantità di proteine ideale da assumere limitando al contempo il contenuto di carboidrati;
  • donano alla dieta un pasto dal sapore dolce ma senza fornire troppe calorie e zuccheri;
  • contribuiscono a completare il profilo nutrizionale dei pasti;
  • hanno un ottimo rapporto fra valore energetico e profilo nutrizionale;
  • essendo le proteine il macronutriente più efficace, riducono l’appetito e donano senso di sazietà;
  • il metabolismo corporeo aumenta maggiormente assumendo proteine piuttosto che carboidrati o grassi;
  • le proteine agiscono sugli ormoni, diminuendo quello della fame e aumentando quelli correlati al senso di pienezza;
  • miglioramento dei livelli di trigliceridi, insulina e glicemia a digiuno.

Come assumere gli integratori con proteine in polvere

Non c’è un dosaggio standard che impone come usare gli integratori di proteine in polvere per la dieta chetogenica. Come qualsiasi altra modifica dell’alimentazione classica anche questa va seguita da un medico nutrizionista che in base alle esigenze di ogni paziente, alle condizioni di salute generale e agli obiettivi che vuole raggiungere, consiglierà il giusto modo di assunzione. A grandi linee tuttavia questi integratori possono essere utilizzati come parte integrante della dieta grazie alle loro benefiche caratteristiche nutrizionali. In alcuni casi, possono anche sostituire una parte del pasto, ad esempio un secondo piatto, in una qunatità di circa 30 grammi.